Approvato PSL 2014/2020 di Terre del Sesia

Con determina dirigenziale n° 2987/A 1808A del 27 ottobre 2016, la Regione Piemonte ha approvato i Programmi di Sviluppo Locale del GAL piemontesi.

Regione Piemonte_d-d-n-2987-del-27-ott-2016

Il PSL di Terre del Sesia “COLTIVIAMO IL FUTURO – TRA COLLINA E MONTAGNA, LO SVILUPPO SOSTENIBILE DELLE TERRE DEL SESIA” è stato approvato ed ammesso ad un finanziamento pubblico di € 4.165.520,00.

La cifra stanziata andrà a sostenere progetti di investimento e sviluppo sul territorio del GAL, sulla base delle opportunità previste dai bandi che si attueranno su tre ambiti principali:

  1. Sviluppo e innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali (Prevalente)
  2. Turismo sostenibile (Secondario)
  3. Valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico diffuso (Secondario)

Gli obiettivi di crescita e sviluppo omogeneo dell’area saranno perseguibili solo integrando i tre ambiti e creando una sinergia tra imprese ed enti locali. Obiettivi prioritari trasversali ai tre ambiti saranno:

  • supportare le imprese nell’ ammodernamento e nel miglioramento delle prestazioni energetico-ambientali implementandone la redditività, creando nuovi posti di lavoro e salvaguardandone la permanenza nei territori più disagiati, migliorando così il tessuto economico dei piccoli villaggi;
  • favorire la sostenibilità delle produzioni e delle pratiche agricole, migliorando la salubrità dei prodotti e la tutela dei delicati ecosistemi alpini;
  • dare valore alle risorse del territorio per offrire nuove opportunità di reddito alla popolazione residente nelle aree rurali;
  • stimolare forme innovative di gestione del territorio e supportare l’ente pubblico nel recupero del patrimonio paesaggistico e culturale locale.

Aspetti particolarmente innovativi e/o significativi della strategia di Terre del Sesia:

  • connessione obbligatoria tra il finanziamento degli investimenti dell’impresa agricola e gli interventi di recupero delle superfici aziendali;
  • connessione obbligatoria tra il finanziamento degli investimenti dell’impresa forestale e la disponibilità di superficie boscosa di proprietà extra-aziendale;
  • finanziamento di forme associative di proprietari terrieri per la gestione comune del territorio alpino.

L’emissione dei primi bandi è prevista nell’arco del primo quadrimestre 2017.