Chi è Terre del Sesia?

Terre del Sesia è una societa’ consortile a partecipazione mista pubblico/privata che sostiene progetti di Sviluppo rurale attraverso la valorizzazione delle tradizioni e della cultura locale, dei prodotti tipici valsesiani, delle attività agricole ed artigianali tradizionali delle Terre del Sesia.

La nostra società nasce all’interno del progetto Leader dell’Unione Europea che, a partire dal 1991 mira al preciso obiettivo di di conservare e mantenere vive le zone rurali dell’Unione Europea. Leader ha rappresentato un passo importante nell’ambito della politica europea, in quanto l’agricoltura è diventata ambito da rafforzare, ma anche strumento per integrare tutte le risorse di un territorio, salvaguardandone inoltre l’aspetto ambientale e paesaggistico.

I Gruppi di Azione Locale (GAL) sono gli strumenti tramite i quali le aree rurali che aderiscono a Leader si organizzano e delineano la propria strategia, redigendo un proprio Piano di Sviluppo Locale PSL. I GAL inoltre hanno la possibilità di vincolare gli investimenti alla propria area di operatività, favorendo pertanto graduatorie a livello locale anziché regionale.

Il GAL Terre del Sesia ha lo scopo di operare, in modo coordinato con gli enti territoriali e le associazioni che rappresentano gli interessi privati e comunitari, alla pianificazione e alla gestione dello sviluppo del territorio dell’Unione Montana dei Comuni della Valsesia, delle aree collinari e dei Comuni facenti parte di Terre del Sesia. Lo strumento identificato consiste nella valorizzazione delle risorse locali per favorire la crescita in termini economici e sociali dell’area e della popolazione interessata.

Attualmente si sta operando nella fase di programmazione 2014/2020.

Le attività che Terre del Sesia svolgerà nella prossima programmazione si pongono i seguenti obiettivi:

  • Incremento dello sviluppo rurale e sviluppo della produzione tipica
  • Miglioramento dell’offerta turistica sostenibile e durevole dei territori rurali
  • Ampliamento della stagionalità turistica
  • Miglioramento della qualità della vita nelle aree più marginali
  • Incremento della qualità dei servizi all’individuo ed alla comunità
  • Sviluppo di attività nuove e/o innovative nell’azienda agricola tradizionale
  • Creazione di nuove opportunità occupazionali e di reddito
  • Cooperazione e sinergie nella capacità progettuale e gestione locale
  • Tutela e promozione ambientale